26 marzo 2009

Nuova pettorina

Adatta per cani di taglia medio/grande. Cuoio Sedgwick da 3/4", 4 fibbie di regolazione (spalle/vita).
Presto pubblicherò altre foto con la pettorina in uso.




24 marzo 2009

Perchè cucire a mano

La cucitura a mano a due aghi (saddle stitching o two needles stitching) è un procedimento che assicura un'ottima tenuta, soprattutto se paragonata a quanto ottenibile con una macchine da cucire. Richiede senza dubbio tempo, pazienza e perizia maggiori, ma garantisce un risultato nettamente superiore.

Nella classica cucitura a macchina (lock stitching) i due cucirini restano sui rispettivi lati dei materiali da cucire. Ciò rende possibile cucire, ad es., l'interno di un capo in rosso e l'esterno in nero... ma in caso di rottura anche di uno solo dei fili ci sono buone probabilità che l'intera cucitura ceda: a chi non è mai capitato di tirare un filo strappato e di vedere diversi cm di cucitura cedere? Il disegno sotto mostra la sezione di due materiali (in marrone) cuciti a macchina:


Nella cucitura a mano a due aghi i fili si intrecciano e si scambiano di posto ad ogni punto di cucitura: nel caso un filo ceda, l'altro garantisce comunque la tenuta del punto. Incrociando ulteriormente i fili si blocca il punto, rendendolo così indipendente dagli altri. Con due fili di colore diverso il risultato apparirebbe più o meno così:



16 marzo 2009

Guinzaglio a redine


Dietro suggerimento della mia compagna, ho realizzato questo guinzaglio dal look "equestre": grazie al portamorso, nel caso il moschettone si rompesse è possibile sostituirlo senza scucire nulla.
Cuoio Sedgwick nero, largo 16 mm e lungo approssimativamente 150 cm.

9 marzo 2009

Guinzaglio da passeggio

A corredo del collare del post precedente: lungo circa 90 cm, solito cuoio inglese da selleria, cucitura a doppio ago.



Collare v1.0

Un regalo per un'amica, o meglio per la sua border collie poco più grossa e poco più lenta di una volpe. Ho iniziato a lavorarci lo scorso autunno, poi ho interrotto fino a dimenticarmene completamente... se dovessi rifarlo da capo oggi cambierei un paio di particolari (soprattutto tipo di fibbia, tipo di anello a D e posizione di quest'ultimo), ma ho preferito finirlo come lo avevo pensato inizialmente. Cuoio inglese Sedgwick, vitello italiano per la foderatura e neoprene per l'imbottitura.


3 marzo 2009

Paraglomi old school

Chiusure per paraglomi, alternative alle classiche fibbie e al velcro. Idea trovata sul "Grande libro della selleria e dei finimenti" di Elwyn Hartley Edwards, edito in Italia da Mursia... a quanto ne so, il libro più completo sull'argomento. I passanti in fil di ferro li ho ricavati da una gruccia e la forma che gli ho dato li mantiene sempre in posizione.