15 settembre 2011

Pettorina regolabile

Pettorina ad H per cane di taglia medio-grande, realizzata in cuoio da briglieria nero con fibbieria in ottone massiccio, regolazioni su spalle e torace.
In tutto analoga a questa, non fosse che in due anni ho affinato un po' il modus operandi: la finitura delle coste risulta ora più liscia e duratura, la rigatura a caldo più marcata e le cuciture un po' più precise.

13 settembre 2011

Rimuovere le macchie d'acqua dal cuoio

La settimana scorsa in maneggio mi si chiedeva un rimedio per eliminare le macchie d'acqua da una sella.
Ho fatto una breve ricerca sulle mie fonti e sono emerse le seguenti soluzioni. Non le ho ancora testate personalmente, in ogni caso suggerisco di provarle prima su una piccola porzione di cuoio, possibilmente nascosta, lasciar asciugare e poi valutare il risultato.

1 - altra Acqua!
In pratica si tratta di ribagnare uniformemente la superficie macchiata, poi lasciare asciugare lontano da fonti di calore e ricondizionare con sapone alla glicerina.

2 - Alcol / Acetone
Frizionare la macchia con alcol denaturato o acetone, lasciare asciugare e ricondizionare.

3 - Acido ossalico
E' un prodotto che si usa per trattare il legno, come smacchiatore e per lucidare il marmo. Occhio, è alquanto tossico... ma si dice funzioni molto bene. Scioglierne 1-2 cucchiai in un litro di acqua calda o tiepida, poi inumidire in modo uniforme tutta la sella e lasciare asciugare. Schiarisce leggermente il cuoio, ma non lo danneggia.

1 settembre 2011

Testiera-capezza

O briglia-capezza, o briglia-cavezza, o tescapezza (come la chiama qualcuno...), ovvero il mio singolare modo per festeggiare il ritorno dalle ferie, quasi interamente realizzata durante la scorsa settimana, con temperature ambientali mai inferiori a 33°.
E' stata pensata per un cavallo taglia cob-full, ma qui è indossata da un bel cob (Ginseng) dalla testa alquanto fine.
Cuoio nero, fibbieria in acciaio inossidabile, frontalino e capezzino imbottiti.
Per fornire un insieme il più armonioso possibile e al contempo funzionale per entrambi gli utilizzi (testiera e capezza), i montanti, il capezzino e le redini sono ricavati da strisce larghe 3/4", ovvero 19 mm, mentre il sottogola, che per una testiera della taglia in questione solitamente faccio largo 1/2" (12 mm), qui è 5/8" (16 mm), in quanto quando viene utilizzata come capezza deve garantire maggior tenuta rispetto a un normale sottogola da testiera.
I montanti sono dotati di moschettoni a farfalla, come pure le redini. Le redini non le ho fotografate, ma sono in cuoio con gommature e hanno la fibbia centrale che si abbina a quelle della testiera.