31 ottobre 2012

Una bitless particolare

Eccola: 

Purtroppo non sono riuscito a fotografarla al meglio, in questo periodo il lavoro mi costringe ad andare in maneggio ad orari poco compatibili con la buona pratica fotografica.

Cuoio australian nut, imbottitura nello stesso colore ed anelli in acciaio inox, redini fisse in cuoio liscio: concettualmente mi piace molto, è pulita ed essenziale. Per realizzarla mi sono basato sulle misure e sulle foto fornite dalla committente, in pratica io ci ho messo solo i materiali e la manodopera.

Dettaglio del "punto cruciale":

Dettaglio del sovracapo:

29 ottobre 2012

22 ottobre 2012

Il bracciale (la chimera)

Eccolo, il bracciale che mi ha fatto perdere ore di sonno la scorsa primavera. Ha una storia e avevo deciso di non pubblicarlo (chiedete a Marzia perchè) poi, sbollita l'arrabbiatura, mi è arrivata questa richiesta... L'originale aveva la fibbia inox, questo è la sua variante ottone.

Qualche dato e una foto, per capire di cosa sto parlando:
Ecco come la versione nero/inox si presenta sul mio polso. Nelle mie intenzioni è un bracciale in cuoio unisex, in gradi di fare 2 o 3 giri attorno al polso. 

La striscia di cuoietto da 2.5 mm da cui è tratto è larga 12 mm, ovvero 1/2". I passanti sono quanto di più fine e impalpabile mi sia mai capitato di cucire, ma restano comunque resistenti e in grado di mantenere il profilo squadrato anche a distanza di mesi.

Guinzaglio da addestramento

Guinzaglio regolabile da addestramento realizzato in cuoio e cucito a mano
Uno dei miei articoli più classici, qui presentato in un'inedita combinazione di colori:  cuoio conker e fibbieria in ottone.

16 ottobre 2012

Fodero in contumacia

Fodero per machete con passante per cintura e sicura realizzato in cuoio nero e cucito a mano
Il titolo cretino è presto spiegato: ho realizzato questo fodero per machete senza avere il machete, ma basandomi su un alcune foto e misure della vecchia custodia in plastica fornite dalla committente. Dalla foto più "ortogonale" (quella qui sotto) ho ricavato la sagoma, che ho poi deformato un po' per adattarlo alle misure fornite. 

Ho usato cuoietto nero di spalla da circa 2 mm, tranne per la linguetta della chiusura, realizzata col solito cuoio da testiere da 4 mm. 

Già, la chiusura... l'originale aveva una semplice borchia, ma io odio le borchie: sarò che ho avuto brutte esperienze in passato (un parka M51 a cui ne è partita una la prima volta che l'ho usato, un portamonete ungherese a cui ero molto affezionato, fino alle mie prime ghette da equitazione, etc.), sarà perchè servono attrezzi specifici per applicarle, sarà perchè esistono mille standard differenti... insomma, ho preferito fare di testa mia. Qualcosa del genere lo avevo già usato in passato per recuperare un mio vecchio paio di paraglomi con le cinghette strappate. E' sufficientemente pratica, tanto che bastano due dita sia per aprirla che per richiuderla. Ecco la sequenza di chiusura:
Il laccetto in cuoio serve come sicurezza ulteriore, durante gli spostamenti o comunque in quei momenti in cui non si prevede di usare il coltello, semplicemente si annodano le estremità attorno al manico.