1 settembre 2011

Testiera-capezza

O briglia-capezza, o briglia-cavezza, o tescapezza (come la chiama qualcuno...), ovvero il mio singolare modo per festeggiare il ritorno dalle ferie, quasi interamente realizzata durante la scorsa settimana, con temperature ambientali mai inferiori a 33°.
E' stata pensata per un cavallo taglia cob-full, ma qui è indossata da un bel cob (Ginseng) dalla testa alquanto fine.
Cuoio nero, fibbieria in acciaio inossidabile, frontalino e capezzino imbottiti.
Per fornire un insieme il più armonioso possibile e al contempo funzionale per entrambi gli utilizzi (testiera e capezza), i montanti, il capezzino e le redini sono ricavati da strisce larghe 3/4", ovvero 19 mm, mentre il sottogola, che per una testiera della taglia in questione solitamente faccio largo 1/2" (12 mm), qui è 5/8" (16 mm), in quanto quando viene utilizzata come capezza deve garantire maggior tenuta rispetto a un normale sottogola da testiera.
I montanti sono dotati di moschettoni a farfalla, come pure le redini. Le redini non le ho fotografate, ma sono in cuoio con gommature e hanno la fibbia centrale che si abbina a quelle della testiera.

Nessun commento:

Posta un commento